CD Brescia: subito piani ambientali per la transizione ecologica della nostra provincia

CD Brescia: subito piani ambientali per la transizione ecologica della nostra provincia
BRESCIA, 25 giu – Si sono riuniti i coordinatori Massimo Bertuzzi, Tullio Falarti, Franco Ferrandi con il coordinatore provinciale di Centro Democratico Fulvio Giacomassi per fare il punto sulle numerose e annose problematiche ambientali che stanno interessando la provincia di Brescia.
È stato evidenziato che in questa fase di ripartenza, dove l’emergenza sanitaria sta tornando sotto controllo, non vi sia più tempo da perdere nel mettere mano a un piano strategico regionale oltreché a progetti comunali e provinciali per gestire e strutturare la transizione ecologica nei nostri territori.
È stato sottolineato come non vi sia ambito dal ciclo idrico (depuratori, fiumi e corsi d’acqua), allo smaltimento dei rifiuti urbani, agricoli e da allevamenti, all’inquinamento del suolo e dell’aria (nitrati, aree ex fabbriche, superamenti perpetrati dei livelli delle emissioni nocive consentite), all’inarrestabile consumo del suolo che ha raggiunto con le Logistiche un dato preoccupante, che non riempia la cronaca della stampa, le proteste dei cittadini e le indagini degli enti preposti e della magistratura.
È stato condiviso che abbiamo oggi una opportunità irripetibile con le ingenti risorse che il Pnrr mette a disposizione, allo scopo, per risolvere strutturalmente e per il futuro le criticità che stanno interessando le nostre comunità. Infatti sono circa 70 miliardi di euro le risorse destinate dal Pnrr alla trasformazione ecologica ma per fare in modo che arrivino anche nella provincia di Brescia è necessario mettere a punto dei piani che contengano tutte le componenti: agricoltura sostenibile, economia circolare, transizione energetica e mobilità sostenibile, efficienza energetica e riqualificazione degli edifici, tutela del territorio e della risorsa idrica.
L’obiettivo vincolante europeo della riduzione delle emissioni al 55% entro il 2030 è fra soli nove anni. Non vi è più tempo, come non sono più sufficienti politiche adattive ma servono politiche trasformative.
Per questo Centro Democratico chiede in primis a Regione Lombardia se, oltre all’atto di indirizzo, ha predisposto un piano per la transizione ecologica della regione; chiede alla provincia e ai comuni se hanno prefigurato dei piani territoriali coinvolgendo gli organi istituzionali e la cittadinanza. Sarebbe inoltre cosa giusta e opportuna che la Provincia, anche se è in scadenza di mandato, convocasse l’Assemblea provinciale dei sindaci per valutare il Pnrr e decidere le azioni da mettere in campo mettendo a sistema i piani di quei comuni che hanno aderito al Patto dei sindaci (circa il 20%).
A partire dai prossimi giorni Centro Democratico metterà in campo iniziative di appello e sensibilizzazione delle Istituzioni, delle forze politiche a partire dal centrosinistra e della cittadinanza.

Fulvio Giacomassi
Massimo Bertuzzi
Tullio Falarti
Franco Ferrandi

Coordinamento provinciale Centro Democratico Brescia